Partite Iva e flat tax nel mirino del Fisco Ecco i nuovi controlli

Diomniasoft

Partite Iva e flat tax nel mirino del Fisco Ecco i nuovi controlli


Attenzione puntata sui crediti ricerca e sviluppo e sul bonus degli 80 euro
Gli elenchi per i controlli con i dati di e-fattura, esterometro e corrispettivi
Le indicazioni delle Entrate per il 2020: obiettivo base di recupero a 13 miliardi
Il Fisco mette sotto esame le partite Iva. Dopo il boom di adesioni al regime forfettario che è seguito alla legge di Bilancio 2019, che ha uniformato e aumentato il limite di ricavi o compensi a 65mila euro arriva il monitoraggio per verificare l’esistenza di finti forfettari. Attenzione anche alle partite Iva nel regime dei vecchi minimi. Questo è quanto prevedono le linee guida per la programmazione 2020 delle Entrate, che Il Sole 24 Ore è in grado di anticipare.

Fari puntati anche sulle imprese che utilizzano i crediti d’imposta per ricerca e sviluppo e che applicano il bonus Renzi. Come pure su enti non commerciali e Onlus. Tra gli obiettivi 2020 della lotta all’evasione il recupero di almeno 13 miliardi. Previste analisi di rischio sugli Isa incrociando altri dati come i contributi previdenziali e i dati raccolti con lo spesometro. Per selezionare le posizioni da controllare verranno poi utilizzati dati che provengono da fatturazione elettronica, esterometro e scontrini online.

Info sull'autore

omniasoft administrator